La polizia ha arrestato tre uomini sospettati di essere coinvolti nell’omicidio del fratello del testimone di giustizia Nabil Bakkali avvenuto nella zona NDSM giovedì scorso. A darne notizia è il quotidiano Parool.

L’arresto sarebbe avvenuto grazie a tracce di DNA trovate sul luogo del delitto. Dopo un riscontro nel database della polizia, sarebbe venuto a galla il nome di un uomo di 41 anni di Hilversum, del quale l’identità non è al momento nota.

La scorsa notte un secondo sospetto è stato arrestato sulla A13 nei pressi di Rijswijk, da un nucleo dell'”arrestatie team”, la squadra speciale della polizia: si tratta di un 34enne. Questa mattina un terzo sospetto di 31 anni è finito in manette nel  Westland. 

Secondo la polizia sarebbero state ritrovate diverse armi automatiche.

Stando a fonti del quotidiano Parool, l’uomo sospettato dell’omocidio sarebbe originario di Curaçao e secondo fonti dell’ambiente criminale sarebbe collegato ad una gang di criminali antillani attivi a Zuid Oost.