L’uomo che è stato colpito dalla polizia dopo una sparatoria a Vlaardingen, non aveva nulla a che fare con il caso, scrive Rijnmond. Gli agenti pensavano fosse lui il responsabile della sparatoria della scorsa settimana a Patrimoniumsdwarsstraat, dove un uomo ha perso la vita.

Stando alle ricostruzioni, la polizia voleva arrestare l’uomo perché corrispondeva alla descrizione del killer e quando il sospetto si è rifiutato di collaborare gli agenti hanno sparato un colpo di avvertimento che tuttavia lo ha colpito. Il (non più) sospetto è stato ferito e trasportato in ospedale.

Ma l’indagine ha mostrato che l’uomo non c’entrava nulla con il caso: le accuse contro di lui, quindi, sono cadute e ora non c’è più un’indagine nei suoi confronti. In precedenza, il sindaco di Vlaardingen Bas Eenhoorn aveva affermato che “la polizia conosce il sospetto e la vittima”. Il vero killer, quindi, è ancora in fuga.