Almeno due sospetti nella rissa mortale a Maiorca si sono costituiti alla polizia olandese. Lo confermano fonti a De Telegraaf che dicono al giornale come il gruppo di sospetti provenga in parte dalla regione di Hilversum.

La polizia olandese per il momento non può fare nulla, poiché la richiesta di assistenza legale dalla Spagna non è ancora pervenuta, secondo un portavoce della Procura. Solo quando tale richiesta sarà stata ricevuta e valutata dal Pubblico Ministero olandese, gli agenti potranno iniziare l’iter.

È anche possibile che vengano consegnati alla Spagna, se richiesto dalle autorità. “Una tradizione del genere è molto comune”, ha detto il portavoce del Pubblico Ministero, il quale sottolinea che non capita spesso che un caso come questo venga gestito all’estero, in questo caso nei Paesi Bassi.

La polizia spagnola sta ancora lavorando alle indagini, scrive il Telegraaf ma l’avvocato di uno di loro ha presentato istanza alle autorità spagnole affinchè il gruppo venga processato in Olanda.  

La vittima e altri quattro olandesi sono stati attaccati la scorsa settimana da un gruppo di altri olandesi nella località di Playa de Palma, sull’isola spagnola. Il 27enne Carlo di Waddinxveen è morto domenica pomeriggio in ospedale per le ferite riportate.

Nove sospetti sono stati identificati dalla polizia: si tratta di giovani di età compresa tra i 18 e i 20 anni, di Hilversum e Bussum dice NOS. Un ragazzo di 18 anni precedentemente arrestato in Spagna è stato rilasciato perché, secondo il suo avvocato, “non era realmente coinvolto” nelle violenze.