Source: wikipedia

Nello scorso decennio, oltre 2500 bambini sono scomparsi dai centri per richiedenti asilo, riporta NRC su in base ai dati dell’agenzia per la ricezione dei richiedenti asilo, COA e l’istituto di tutela Nidos. COA ha registrato questi bambini come scomparsi ‘senza alcuna destinazione’.

I bambini non accompagnati richiedenti asilo in Olanda nello scorso decennio sono stati circa 11,700. Di questi 2556 sono spariti prima che la loro procedura fosse conclusa. Il numero però potrebbe essere più alto, soprattutto se si considera che NIOD non ha monitorato il peridio 2011-2014.

“Molti di loro potrebbero essere diretti verso parenti in Olanda o in Europa, ma è possibile che sia stati presi dai trafficanti di essere umani” racconta Nadia Magdache che lavora nel centro richiedenti asilo per minori non accompagnati di Oisterwijk. Negli ultimi 10 anni sono scomparsi 177 bambini dal centro, il più alto numero dopo il centro di Ter Apel. Dagli anni ’90 l’Olanda è al centro del traffico di esseri umani, quando diverse donne nigeriane sono sparite dai rifugi olandesi. In seguito si è cercato di registrale all’arrivo e di tenere gli occhi aperti.

I dipendenti COA cercano di riconoscere bambini coinvolti in giri di prostituzione o traffico di droga in base a certi elementi: comportamento riservato, buoni vestiti e prodotti costosi. Non è facile, tuttavia, arginare il fenomeno. Gli addetti hanno raccontato di aver visto uomini sospetti aggirarsi nei centri, ma di non poter far nulla perchè non costituisce reato. L’unica cosa che si può fare è segnalare le targhe di auto sospette alla polizia. Le forze dell’ordine, infatti, stanno facendo del loro meglio, ma l’Olanda resta un paese dove i rifugiati vengono facilmente espulsi, secondo i dati NRC.

“Ci saranno sempre persone che ne sfrutteranno altre” afferma Kees Wezenberg, deputato e responsabile per il centro di Oisterwijk. ” Per lui sarebbe meglio concentrarsi sulle cose che funzionano bene. “Il personale sta facendo un ottimo lavoro, nonostante le circostanze”. Il centro è pieno di giovani adolescenti pieni di speranze ma anche di incertezze secondo il deputato.