NL

NL

Olocausto di Rom e Sinti, domenica scorsa il ricordo in Olanda della loro storia dimenticata

Photo: Bert Kaufmann Flickr License CC 2.0

Domenica scorsa è stata commemorata la persecuzione dei Sinti e dei Roma dai nazisti nell’ex campo di concentramento di Westerbork. Centinaia di persone hanno commemorato nel Centro di Memoria del Campo di Concentramento di Westerbork la deportazione di centinaia di Sinti e Rom. L’ampia retata è avvenuta ottanta anni fa. Più di 240 di loro furono deportati nel campo di sterminio di Auschwitz. Solo circa una trentina di loro tornò vivo.

“Siamo un gruppo dimenticato e per questo abbiamo la nostra commemorazione”, dice Lalla Weiss a NOS. I suoi genitori furono deportati all’epoca, ma sopravvissero. Decine di familiari furono uccisi, come centinaia di migliaia di altri Rom e Sinti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Le autorità locali risposero massicciamente all’ordine degli occupanti di “arrestare tutte le persone che risiedono nei Paesi Bassi e possiedono le caratteristiche dei gitani”. Alcuni comuni inviarono così tante persone a Westerbork che sorpresero i tedeschi, secondo il programma di ricerca Pointer.

La storia di Sinti e Rom in Olanda è poco conosciuta: Marcia Rooker, avvocata specializzata nella posizione legale dei Rom e Sinti nel diritto internazionale, spiega a RTV Drenthe che ci sono due ragioni per questo: “Il governo non li ha mai riconosciuti come una minoranza etnica, e le persone di questa comunità generalmente diffidano delle autorità. Non credono che si stiano lavorando alle soluzioni dei problemi che sollevano”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli