Per il secondo anno di seguito, il messaggio comunicato dal governo in occasione della presentazione del budget è di un’economia stabile e in forte ripresa. Ma il portale NOS, citando un sondaggio commissionato all’istituto IPSOS, indica il malcontento degli olandesi: l’impatto sul loro portafogli della crescita economica, sarebbe infatti irrilevante.

Rispetto allo scorso anno, secondo la ricerca, sarebbe calato di 5 punti percentuale il numero di cittadini che riesce ad arrivare a fine mese; se nel 2014 era il 50%, nel 2015 la percentuale è scesa al 46%.

Il 60% del campione, inoltre, a differenza di quanto indicato dal governo, non vede miglioramenti nell’economia.

L’insoddisfazione nei confronti della politica, poi, sarebbe tangibile: solo il 16% ritiene che il governo stia facendo bene mentre il 20% è convinto che il prossimo anno sarà negativo per l’economia.

Le preferenze degli intervistati, sui capitoli di spesa da potenziare, vedrebbero in testa salute, lavoro, sicurezza, istruzione e potere d’acquisto per gli anziani. Mentre la maggioranza è convinta che le voci immigrazione, richiedenti asilo e cultura possono essere tagliate.