NL

NL

Olandese rapito in Spagna, è stato liberato. Ancora oscura la vicenda

Photo: Source: Flickr License CC 2.0

Un uomo olandese rapito in una casa vacanze nei sobborghi di Vigo è stato liberato dalla polizia spagnola venerdì scorso. I fatti sono accaduti in una città nella regione occidentale della Galizia, in Spagna. L’uomo era tenuto prigioniero da tre uomini di nazionalità turca. La persona rapita è riuscita a contattare la polizia in tempo, scrive El Espanol.

Secondo i media spagnoli, i rapitori avevano chiesto denaro all’olandese minacciandolo con un’arma da fuoco, successivamente sequestrata dalla polizia. I tre sospetti, di età compresa tra 22 e 34 anni, sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona.

L’olandese era stato rapito nel quartiere Teis, vicino all’Avenida de Galicia, ma è riuscito a chiamare la polizia poco dopo il rapimento. La polizia spagnola ha quindi lanciato un’operazione speciale utilizzando unità specializzate in sequestri, come riportato dal Telegraaf.

L’unità speciale spagnola è riuscita a liberare l’olandese venerdì, irrompendo nell’appartamento. Durante l’operazione, è stata confiscata un’arma da fuoco presumibilmente appartenente ai rapitori, che non hanno opposto resistenza.

Rimane ancora poco chiaro il motivo per cui l’olandese fosse tenuto nella casa vacanze e il movente dietro al rapimento. Le indagini della polizia sono ancora in corso.ì

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli