La ministra dell’educazione Ingrid van Engelshoven è preoccupata per gli effetti della pandemia su insegnanti e studenti. Fino a d’ora la qualità dell’educazione non ha subito troppi danni, ma i primi rallentamenti sono già visibili sugli studenti di scuole superiori e università, c’è troppa pressione sugli studenti, ha detto in una lettera al parlamento, ha riportato NOS.

Diversi studi hanno dimostrato che in questo momento gli studenti si trovano ad affrontare più ansia e depressione di prima della crisi del coronavirus. Studiare a casa é più difficile e c’è molta preoccupazione per il futuro. Gli insegnanti hanno più lavoro di prima, e devono gestire la didattica a distanza, sentendo la mancanza del contatto con i loro studenti.

La ministra sta iniziando a vedere i primi segni di rallentamento nell’istruzione di secondo grado vocazionale (MBO) e professionale (HBO).  Non ci sono alternative online funzionanti per l’istruzione professionale. La perdita di contatto reale e la pressione sugli studenti diminuiscono le possibilità di successo. Ci sono già studenti MBO che stanno affrontando ritardi nei loro studi. E si aspetta lo stesso dagli studenti HBO nel secondo semestre, per la mancanza di stage e training professionale.