The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Olanda, sempre più passeggeri portano armi sui mezzi pubblici

Gli agenti della sicurezza assunti per controllare le linee ferroviarie NS hanno denunciato una situazione preoccupante ai propri datori di lavoro, riporta Trouw. Sempre più spesso, infatti, trovano armi addosso a persone fermate sui mezzi pubblici.

Circa 650 lavoratori di questo settore hanno firmato una lettera di protesta. Chiedono di potersi dotare, a loro volta, di armi – per esempio manganelli – per potersi difendere. Gli agenti di sicurezza spiegano che, in un periodo in cui le aggressioni ai passeggeri sono aumentate esponenzialmente, la polizia è troppo lenta nel rispondere alle richieste di aiuto.

I passeggeri che vengono fermati possono essere perquisiti per diversi motivi: se si rifiutano di identificarsi, se non indossano la mascherina o se non hanno il biglietto. Gli agenti hanno trovato addosso ai passeggeri coltelli militari, coltelli da macellaio, punteruoli, e addirittura klewang, spade lunghe fino a 75 centimetri.

“Ogni giorno ci sono episodi di questo tipo, e il numero di casi è aumentato durante la pandemia,” ha detto il rappresentante dei lavoratori Richard Gerrits, del sindacato BOA-ACP, in un’intervista radiofonica con NOS. Ha sottolineato che la società NS non ha fatto di questo problema una sua priorità. Nonostante ciò, il sindacato continuerà ad insistere. “Non aspetteremo che qualcuno muoia,” ha aggiunto Gerrits.

I lavoratori vogliono il manganello per poter tenere le persone a distanza o per proteggersi nel caso di atti violenti. NS ha respinto queste richieste, riporta NOS.

Steef Danse – sempre del BOA-ACP – ha puntato il dito sui giovani fino ai 25 anni e sulla cultura rap, durante un’intervista con Trouw.

Sempre più passeggeri cercano di non pagare il biglietto sui trasporti pubblici perché pensano che i vagoni non siano controllati. “Molte persone pensano addirittura di poter viaggiare gratis solo perché indossano la mascherina”, ha raccontato Gerrits.

BOA-ACP ha riportato alcuni dati interni di NS, da cui si può notare un aumento nel numero degli episodi violenti. Le aggressioni, nella prima metà del 2020, sono aumentate del 30% rispetto all’anno scorso. Trouw ha sottolineato che, nel 2019, gli scontri violenti che coinvolgevano un agente di sicurezza erano circa 3068. In media, otto al giorno.

L’organizzazione dei trasporti pubblici olandese, Open-air Vervoer Nederland, ha contato, in Olanda, circa 150 episodi – più o meno violenti – a settimana. Le aggressioni – quasi tutte riguardanti l’uso obbligatorio delle mascherine – si sono verificate su treni ma anche su altri mezzi di trasporto pubblico.