I Paesi Bassi non saranno più considerati una zona ad alto rischio per la Germania da domenica: lo riferisce il Robert Koch Institute, il Rivm tedesco. Nella notte da sabato a domenica a mezzanotte scadranno quindi una serie di misure restrittive per il traffico frontaliero olandese/tedesco, dice NOS.

Niente più obbligo di registrarsi per viaggiare in Germania o di quarantena per le persone non vaccinate. I viaggiatori di età pari o superiore a 12 anni devono ancora mostrare un test, una vaccinazione o un certificato che indichi il fatto di aver avuto il Covid.

I Paesi Bassi sono un’area ad alto rischio per i tedeschi dal 27 luglio, quando i contagi erano 360,9 ogni 100.000 abitanti a settimana. I paesi che hanno più di 200 nuove infezioni ogni 100.000 abitanti a settimana sono etichettati come aree ad alto rischio in Germania. Secondo il dashboard Covid dell’Istituto di sanità RIVM, i Paesi Bassi hanno attualmente una media di 17 infezioni ogni 100.000 abitanti.

Aruba, Bonaire, Curaçao, Sint Maarten, Saba e Sint Eustatius, i territori caraibici olandesi, sono ancora considerate aree ad alto rischio per la Germania.