The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Olanda non bio: solo 3,2% delle vendite. Consumatori scoraggiati dai prezzi

I prodotti alimentari biologici devono ancora compiere la svolta prevista nei supermercati olandesi e rappresentano ancora poco più del 3,2% delle vendite presso i grandi rivenditori di generi alimentari come Jumbo e Albert Heijn, secondo i ricercatori dell’IRI Nederland.

Nel 2018, la percentuale delle vendite di biologico era appena inferiore al 3,2%. Inoltre, il tasso di crescita sta diminuendo, dall’8,2% nel 2018 al 4,9% l’anno scorso, ha affermato l’IRI. “Questo è molto sorprendente perché i supermercati delle catene Aldi, Lidl e Albert Heijn stanno puntando molto sul biologico, ma i prodotti sembrano non far presa sui clienti“, ha detto l’esperto di supermercato Erik Hemmes venerdì a Trouw. Ci sono comunque alcuni successi tra i prodotti biologici, tra cui le uova, che ora rappresentano il 16,6% del mercato, oltre a prodotti da tè, caffè e cioccolato. Ricerche precedenti hanno suggerito che il prezzo è uno dei motivi principali per cui i consumatori non acquistano più prodotti biologici.

Ciononostante, il gruppo di lobby di alimenti biologici Bionext ha dichiarato a maggio che nel 2019 il 95,1% di tutte le famiglie olandesi ha acquistato almeno un prodotto biologico e quasi nove su dieci lo hanno fatto in un supermercato. Hit Hemmes suggerisce che l’aumento degli alimenti di provenienza locale e dei sostituti della carne potrebbe aver influenzato la situazione. “Sono acquistati dal gruppo target di consumatori e sono in ampia competizione con i prodotti biologici”, ha affermato Hemmes. All’inizio di questa settimana, l’organizzazione Fairtrade ha dichiarato che quasi nove consumatori olandesi su 10 hanno acquistato un prodotto Fairtrade nel 2019.

Una ricerca pubblicata da IRI all’inizio di questo mese ha affermato che lo scorso anno c’è stato un aumento del 26% nella vendita di alimenti che presentano etichette “fair food” di diverso tipo e che questi prodotti rappresentano ora il 19% delle vendite. Il marchio Beter Leven, che classifica le condizioni in cui il bestiame è tenuto secondo un sistema di stelle è di gran lunga il più grande di questi, ma anche le etichette MSC, ASC e On the way to PlanetProof hanno mostrato una forte crescita, ha affermato l’organizzazione.