The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Olanda: morti covid triplicate in una settimana e 19.000 contati totali

Nella settimana appena conclusa 102 persone sono morte di Covid-19, il triplo di quelle che erano morte nella settimana precedente. I dati vengono dall’agenzia per la salute pubblica RIVM.

C’è stato anche un aumento di persone ricoverate. Solo in questa settimana sono stati ricoverati 244 pazienti, contro i 152 della settimana ancora prima. Anche i numeri delle infezioni da Covid-19 sono aumentati, arrivando a più di 19mila. Il totale rappresenta un aumento del 43 %.

RIVM ha stimato che in Olanda 146mila persone sono state contagiate dal Coronavirus SARS-CoV-2. Secondo il modello usato dall’agenzia, tra le persone in giro potrebbero esserci dai 96,500 ai 201,500 infetti. La scorsa settimana erano solo 104mila.

Il fattore R di riproduzione del virus è cambiato poco, da 1.33 a 1.27. Per la quarta settimana consecutiva l’agenzia ha confermato che R è maggiore di 1: il valore 1,27 significa che ogni 100 contagiati infettano altri 127.

Tra i positivi almeno 511 avevano viaggiato all’estero nei 14 giorni prima del test. Il Paese più visitato è stata la Germania, con 135, seguito da Italia (64), Belgio (57), Francia  (56) e Grecia (30).  Alcune persone sono risultate positive già alla fine di febbraio, comprese 12,710 che erano state ricoverate. Oltre 6mila persone è morto come risultato del contagio.

I servizi sanitari delle municipalità hanno incrementato il loro lavoro nell’ultima settimana, praticando più di 14mila test, raccogliendo 206mila campioni. Circa il 7% delle persone che si sono auto presentate ai servizi sanitari è risultato positivo, in totale 11,300. Un aumento del 6,1% rispetto ai positivi della settimana precedente.

Il tracciamento dei contagi è stato limitato in molte municipalità. Su circa 4250 casi dove la fonte del contagio è stata identificata, il 57% include persone dello stesso nucleo familiare o che vivono insieme, mentre il 10,5% riguarda colleghi di ufficio.

Circa l’8,5% dei casi positivi è legato a membri della stessa famiglia che non vivono insieme. Il 6,5% dei contagi è avvenuto nelle case di cura e il 6% in club sportivi o palestre. Il 5,5% è stato contagiato da amici fuori dal nucleo familiare.

Il 4% dei contagi è probabilmente legato all’aver frequentato un bar o un ristorante.