Con l’aumento dei casi di covid-19 in Olanda, la sanità ha tagliato il 20% delle cure per altre patologie. Gli ospedali stanno togliendo spazio ai servizi regolari per fare spazio ai malati di covid. I pazienti oggi sono sei volte il numero di ricoverati a metà settembre.

In base all’impatto del virus, le diverse regioni hanno diminuito le cure non covid. Lo ha detto Ernst Kuipers, capo dell’azienda di primo soccorso LNAZ. In un intervento al parlamento, Kuipers ha detto che nel migliore scenario possibile – dove il lockdown parziale funziona e i nuovi infetti diminuiscono – il servizio di base scenderà al 40%. Nel peggiore dei casi, al 25%

Il totale dei pazienti di ieri – 1738 – viene da una settimana in cui ogni giorno gli ammalati crescevano del 4,3% . Il centro ospedaliero LCPS ha informato che di tutti i pazienti, 379 sono in terapia intensiva. Gli altri 1359 sono ricoverati in altri reparti.

La situazione è tale da tornare a usare le ambulanze aeree per spostare i pazienti. Durante la prima ondata in Olanda, si usavano gli elicotteri per trasportare i pazienti in Germania. Per adesso si usano gli elicotteri solo per trasportare pazienti all’interno del Paese. Uno è stato usato da Rotterdam ad Almelo, un altro da Zaandam a Gronigen.

Questa settimana si parla di seconda ondata covid per un aumento del 38% dei casi, rispetto alla settimana precedente. RIVM parla di migliaia di nuove diagnosi.