Mentre l’uso delle mascherine si diffonde nei Paesi Bassi, il numero di prodotti difettosi sul mercato grigio e nero sono saliti alle stelle nelle ultime settimane, secondo quanto riportato da varie fonti al quotidiano AD. Secondo i test effettuati dalla società di servizi tecnici di Delft Kalibra, ad esempio, almeno il 30% delle mascherine non ha superato la prova.

I risultati dei test effettuati presso l’ospedale Catharina di Eindhoven sono andati ancora oltre, suggerendo che l’ 80% delle mascherine sul mercato non offre il livello di protezione espresso dal loro imballaggio. A peggiorare le cose, un’organizzazione che si occupa di test ha dimostrato che le spedizioni di mascherine sono incredibilmente incoerenti, con alcuni prodotti che soddisfano i requisiti e molte che non lo fanno.

Majid el Mortadi, di Greencycl Utrecht, ha dichiarato che la sua azienda ha testato le maschere FFP2 che erano state distribuite in una casa di cura che non offriva una protezione necessaria. Oltre il 40% delle mascherine prese in considerazione ha fallito il test. “Sono così scioccato da questo”, ha detto. “Sono convinto che il coronavirus si sia diffuso in molte case di cura perché i dispositivi di protezione non erano in regola”.

Gran parte delle mascherine non mediche nei Paesi Bassi sono state importate dalla Cina. Data la preoccupazione generale circa la loro qualità e la protezione che possono offrire, sono stati effettuati sempre più controlli. Oggi, un numero significativo di questi prodotti, così come le versioni prodotte localmente, sono venduti da venditori olandesi in settori non medici, riferisce AD.

“C’è stata una proliferazione di aziende che hanno improvvisamente iniziato a creare mascherine”, ha affermato Peter Ho, professore di Economia e Sviluppo Cinese alla London School of Economics. Egli ha spiegato al giornale AD che, nel giro di poche settimane ” è iniziata [in Cina] la produzione di mascherine per il mondo intero, ma i controlli sono stati piuttosto deboli. Di conseguenza, il mercato è  inondato di materiale difettoso”. “Se un’azienda nei Paesi Bassi non esiste più da venti anni, è molto probabile ci sia dietro una truffa”, ha aggiunto Ho.

Nei Paesi Bassi è vietato ai consumatori ordinari acquistare e vendere maschere mediche a causa della carenza. Invece, il RIVM ha affermato che nonostante l’uso di mascherine non mediche è solo leggermente efficace nel fermare la trasmissione di Covid-19, il loro uso obbligatorio nel trasporto pubblico è comunque comprensibile.