In Olanda, il paese dei tulipani, dimunuisce il numero dei coltivatori. Lo riporta l’Ufficio Nazionale Statistiche, CBS giovedì.

Nel nel 2017 l’area dedicata alla coltura di fiori contava 26.000 ettari, il 18% in più rispetto al 2000. Metà degli ettari coltivati erano riservati ovviamente ai caratteristici tulipani. Tuttavia, oggi, sembra essersi ridotto del 47% il numero dei coltivatori.

Nuove specie hanno riempito le lacune lasciate dai tulipani: la coltivazione dei gigli è aumentata del 27%, mentre quella dei giacinti del 25%.

I tulipani dal 2000 al 2017 erano stati talmente preponderanti che avevano scalfito le percentuali di altre specie come i gladioli o i narcisi, ridotti rispettivamente al 30% e al 19% sulla totalità dei campi.