The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Olanda all’asciutto, il gestore delle acque lancia l’allarme: consumo fuori dalla norma

La domanda di acqua è attualmente “estremamente elevata”, afferma la società Vitens: nelle ore di punta, il consumo in questo fine settimana è stato del 70% superiore al normale, scrive NOS, e il gestore idrico è preoccupato per l’estate.

L’Olanda ha problemi di risorse idriche, per quanto assurdo possa sembrare, a causa delle temperature elevate e dei pochi mm di pioggia caduti di recente, rispetto alla media stagionale.

Vitens è  il principale fornitore di acqua nei Paesi Bassi, dice NOS: con oltre 2,5 milioni di utenze nell’Overijssel, Gelderland, Frisland, Utrecht e Flevoland, ieri il gestore ha dovuto ridurre la pressione nelle regioni orientali, per evitare di dover sospendere l’erogazione idrica.

Vitens ha una rete di serbatoi di acqua potabile con 100 siti ma il raggiungimento del limite, come accaduto nel weekend, accade in piena estate. Per tutto il mese di maggio è stata utilizzata molta più acqua del solito: le cinque province in cui Vitens è attiva hanno pompato oltre 4 miliardi di litri in più.

Non solo: a causa delle restrizioni per l’emergenza corona, molti rimarranno in Olanda. E con il cambiamento climatico, ciò vorrà dire un consumo idrico mai visto prima.