L’anno scorso 319.000 lavoratori olandesi hanno scioperato, con un totale di 391.000 giorni lavorativi perduti, il più alto da 24 anni, secondo l’ufficio statistico CBS.

La maggioranza dei lavoratori in sciopero opera nei settori sanitario ed educativo. Nel 2019, c’è stato un totale di 26 scioperi registrati, 32 nel 2017, 28 nel 2018.  I numeri, dunque, non sembrano così alti se si guarda ai singoli scioperi. Quello che salta all’occhio, comunque, non è il numero di  scioperi, minore rispetto al passato, ma il numero di partecipanti.

Infatti, il numero degli scioperanti è più che raddoppiato. Nel 2017 solo 147.000 lavoratori hanno scioperato, contro i 319.000 del 2019. Altro dato rilevante è lo spostamento di settore. Storicamente, gli scioperi avvenivano in settori come quello industriale, dei trasporti e logistico. Adesso il 90% degli scioperi è organizzato da lavoratori del settore educativo e sanitario.