The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Nuovo trend tra giovanissimi: saccheggi di gruppo coordinati sui social



Lo scorso weekend la polizia ha arrestato undici giovani tra i 12 e i 22 a Rotterdam che probabilmente stavano progettando di saccheggiare il Bijenkorf. In precedenza, un gruppo di giovani aveva colpito due negozi ad Amsterdam. Le azioni sono improvvise, senza una reale pianificazione e coordinate su social quali Snapchat e Whatsapp.

All’inizio di questo mese, ricorda RTL Nieuws, 15 giovani hanno fatto irruzione in un negozio Lacoste sul Rokin ad Amsterdam, afferrando cose alla cieca e poi fuggendo. Un episodio simile è accaduto a Zuid-Ost sempre nella capitale, con un gruppo di teppisti armati che hanno fatto irruzione nella filiale del negozio JD Sports con una dinamica identica, preceduta nei giorni passati da episodi simili in altre città d’Europa.

Secondo gli esperti, la natura estemporanea di simili azioni e il fatto che avvengano in gruppo, le rende meno gravi agli occhi degli autori. Le grandi catene, poi, hanno meno possibilità di reclutare guardie giurate anti-taccheggio e saccheggi mirati e collettivi come questo rendono difficile la possibilità di prevenzione da parte degli store.

Se alcuni chiedono la possibilità di introdurre il riconoscimento facciale per i recidivi o addirittura di identificare, schedando i telefoni, la loro presenza nell’area, privacy e limiti tecnologici depongono contro soluzioni simili.

Per gli esperti sarebbero l’adrenalina e l’approvazione del “branco” a giocare un ruolo determinante, molto più di una scelta razionale: i rischi di essere arrestati sono molto alti e le speranze di portare via un bottino consistente sono bassissime.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!