RIGHTS

RIGHTS

Nuova legge sulle donazioni, raffica di “no” sul registro

Sono circa 30.000 le persone corse a registrarsi come contrarie all’espianto di organi dopo la morte. Un’ondata di “no” è seguita alla storica votazione avvenuta martedì 13 febbraio.

Di circa 29.500 nuove registrazioni, 24.500 si dichiarano contro la donazione, mentre altre 6.000 corrispondono a persone che, nonostante fossero già registrate come concordi, avrebbero ora cambiato la propria volontà in un rifiuto.

Le rimanenti nuove registrazioni si dividono tra coloro che vogliono essere donatori e coloro che lasceranno la scelta ai parenti, riporta l’emittente RTL.

Più di 6.1 milioni di persone sono incluse attualmente nel registro di donazione: circa il 60% delle quali si è espresso in favore, il 12% lascerà la scelta ai parenti e i restanti si dichiarano contrari.

Il nuovo sistema che entrerà in vigore a partire dall’estate del 2020 più che un “silenzio-assenso” sembra essere un “silenzio-perplesso”. Ognuno sarà incluso e considerato potenzialmente un donatore a meno che non esprima esplicitamente volontà contraria all’espianto dei propri organi dopo la morte.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli