Molti negozianti si sono visti costretti a temporaneamente chiudere le loro attività nel 202o e 2021.  Fortunatamente, le piattaforme online hanno dato ai proprietari di attività commerciali la possibilità di continuare a lavorare. Secondo NU.nl per i fornitori di software è difficile cercare di garantire la continua funzione online per questi negozi.

“Nel 2020 avevamo 24000 clienti, ora ne abbiamo 48000”, dice Wouter Twisk rappresentante della compagnia di software JouwWeb . “Allo stesso tempo, abbiamo notato che i negozi online guadagnano 2 – 3 volte in più del normale grazie al numero maggiore di ordini”.

Secondo Wouter il numero è aumentato già dalla prima ondata.  “Ma anche dopo quel periodo il numero di ordinazioni era più alto del solito”. “Ora che è possibile ritirare la propria ordinazione in negozio, i numeri sono aumentati ancora di più”.

Questo non è il caso solo per Jouwweb, altre compagnie hanno assistito ad un’impennata nel volume della clientela.  “Da una parte, diverse persone si annoiano a casa e decidono di aprire un negozio online. Dall’altra molti negozi con sede fisica sono costretti a muoversi online”, dice Luuk Van De Ruit rappresentante del fornitore di software Shoppagina.

PostNL ha consegnato un numero record di 337 milioni di pacchi, più del sette percento è attribuito alla crisi del Coronavirus. Dai resoconti dal sistema di pagamento iDeal si nota che, rispetto al 2019, nel 2020 c’è stato un aumento delle transazioni del 30%. Questo aumento rappresenta 890 milioni di transazioni in più che hanno prodotto un utile di 70 miliardi di euro.

Dati dal rilevatore di acquisti online sul mercato mostrano che la spesa al consumo e il numero di acquisti online sono aumentati drasticamente nel terzo quarto del 2020. In totale la spesa online è aumentata del 4% con un ricavato di 5,7 miliardi di euro. La media di acquisti online è salita del 23% a 75,9 milioni.