Alle 10 di questa mattina, l’Istituto di sanità RIVM ha registrato 7.682 nuovi contagi Covid, 413 in più rispetto a ieri. Negli ultimi 7 giorni, il numero di test positivi su base settimanale non è più in aumento: la scorsa settimana sono stati registrati in media 7.225 test positivi al giorno, rispetto ai 7.221 in media nei sette giorni successivi.

La curva inizia ora a diminuire per la prima volta dall’inizio di febbraio: sabato scorso erano state segnalate 8.807 contagi, 1100 più di adesso.

Il Ministero della Salute ha effettuato circa 2,7 milioni di iniezioni di vaccino, solo ieri quasi 78.000 dice NOS. Ciò riguarda il numero di iniezioni, non il numero di vaccinati. Il numero di vaccinati è attualmente in ritardo sulla tabella di marcia, anche se mercoledì e giovedì sono stati battuti i record.

Tra le altre cose, i GGD stanno affrontando una nuova pausa a causa delle segnalazioni sui possibili effetti collaterali pericolosi del vaccino AstraZeneca per le donne sotto i 60 anni.

I ricoveri sono in aumento: ci sono ora 2348 pazienti Covid in ospedale, mentre ieri erano 2330. 734 sono ricoverati in terapia intensiva mentre ieri erano 705 in IC, riferisce il Centro nazionale di coordinamento per la distribuzione dei pazienti LCPS. Su base settimanale, si tratta di un aumento dell’occupazione ospedaliera generale del 5% rispetto ai sette giorni precedenti.

Nello specifico per la terapia intensiva, l’aumento è maggiore: 12% su base settimanale. 734 pazienti covid lì significa un numero paragonabile all’inizio di gennaio. In termini assoluti, è addirittura il più alto dalla primavera scorsa.

Il numero di morti continua a diminuire. 31 pazienti Covid deceduti sono stati segnalati a RIVM. Ieri erano 17. Negli ultimi sette giorni, RIVM ha registrato una media di 23 morti al giorno, contro 27 morti al giorno una settimana prima.