Introdurre l’uso obbligatorio delle mascherine sui mezzi di trasporto pubblico in tutti i Paesi Bassi, chiede una lettera inviata venerdì al governo dal Consiglio Nazionale dei Trasporti Pubblici (NOVB). Il consiglio consultivo è composto da rappresentanti delle amministrazioni nazionali, provinciali e locali, delle aziende di trasporto pubblico regionale e cittadino e delle ferrovie nazionali NS.

Il NOVB riconosce che difficilmente sarà possible rispettare la distanza di sicurezza di 1,5 metri su treni, autobus, tram e metropolitane, e che quindi le autorità nazionali dovrebbero prendere in considerazione nuove strategie, ricorda NOS.

“Rispettando rigorosamente il distanziamento, la capacità massima dei mezzi semplicemente non potrà soddisfare la crescente domanda di trasporto pubblico con tutte le conseguenze del caso”, avverte la lettera.  Dopo aver studiato gli esempi di altri paesi, la NOVB ha invitato il governo a emettere un “chiaro messaggio sull’uso dei dispositivi di protezione nei trasporti pubblici, per il personale e i viaggiatori”.

Il governo olandese e l’agenzia di sanità pubblica RIVM non hanno incoraggiato l’uso diffuso delle mascherine per tutelare le forniture e per evitare che la gente si cullasse in un falso senso di sicurezza.

Ma per incrementare il trasporto pubblico, la NOVB afferma che le mascherine, la protezione del viso e altri dispositivi di protezione personale possono essere necessari per i passeggeri e i lavoratori. Ritiene inoltre che il personale del settore dei trasporti pubblici debba essere aggiunto all’elenco delle persone che hanno accesso prioritario ai test Covid-19, e che si debba lavorare di più per valutare la capacità delle stazioni di gestire i trasferimenti tra i convogli.

Il consiglio consultivo ha anche sottolineato “l’insicurezza sociale e i problemi di applicazione” sui veicoli, alle fermate e nelle stazioni, ricordando che i possibili problemi sono spesso “dovuti a regolamenti poco chiari”.

Con la ripresa di un numero sempre maggiore di settori, in particolare istruzione secondaria e superiore, l’approccio del governo alla gestione dei passeggeri dovrà essere più chiaro. Il consiglio invita inoltre il governo a esplorare modi per evitare che le persone viaggino per piacere e non per necessità.

Il NOVB afferma che continuerà a lavorare per sviluppare un protocollo per i passeggeri, che includa percorsi a senso unico a piedi e indicazioni chiare. “E questo include anche la creazione di buone istruzioni e possibili metodi di insegnamento su come utilizzare questi dispositivi di protezione e la corretta raccolta dei rifiuti”, dice la NOVB.