De Jonge è stato troppo ottimista: almeno un milione di vaccini ordinati dall’Unione europea arriveranno più tardi di quanto ha scritto lunedì il ministro De Jonge nella sua lettera al Parlamento, dice NOS.

Il canale ha chiesto ad alcuni farmacisti di analizzare la previsione del ministro della salute e rispetto agli 8 milioni che annunciava De Jonge, almeno 1,1 milioni arriveranno solo in seguito. Ciò significa che 550.000 olandesi potrebbero essere vaccinati più tardi di quanto il ministro ha scritto lunedì al Parlamento.

L’azienda tedesca Curevac, ad esempio, dice NOS, afferma che il suo vaccino potrà essere approvato dall’autorità europea per i medicinali EMA intorno ad aprile. De Jonge si aspettava 600.000 dosi di questo nel primo trimestre, ma arriveranno quindi più tardi. E lunedì, questo fatto, era già noto al governo.

Anche i vaccini extra ordinati da Pfizer-BioNTech non arriveranno prima di aprile e lo stesso accadrà con quelli della casa farmaceutica francese Sanofi, nonostante le informazioni diverse fornite dal ministro al Parlamento.