The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CRIME

NOS: il 21 dicembre, Amri era a Nijmegen. La rivelazione dopo la scoperta, in Italia, della sim olandese

Secondo l'ufficio del Pubblico ministero, immagini delle telecamere a circuito chiuso lo avrebbero immortalato presso la stazione



Anis Amri, il sospettato principale dell’attentato al mercatino di Natale a Berlino sarebbe transitato per Nijmegen il 21 dicembre. A sostenerlo è l’ufficio del Pubblico Ministero, come riportato da NOS. Un uomo corrispondente alla descrizione di Amri può essere intravisto nelle immagini di videosorveglianza filmate alla stazione ferroviaria di Nijmegen.

Le immagini delle telecamere a circuito chiuso, sono attualmente in fase di studio ma il pubblico ministero non ha alcun dubbio che Amri sia in quei fotogrammi. E’ probabile, inoltre, che Amri abbia ottenuto  proprio presso il centro frontaliero del Gelderland la sim card olandese che le autorità italiane hanno rinvenuto nella sua borsa.

Proprio oggi i media francesi e italiani hanno riferito che una scheda SIM della compagnia Lebara in Olanda è stata trovata nello zaino di Amri dopo essere stato ucciso dalla polizia italiana. Questo tipo di scheda SIM è stato regalato nelle città olandesi di Nijmegen, Breda e Zwolle tra il 20 e il 22 dicembre.

Secondo NOS, non è chiaro quanto il tunisino sia rimasto a Nijmegen e quale direzione abbia preso: per i media francesi, l’autobus che lo avrebbe portato prima a Lione e poi in Italia, sarebbe partito da Amsterdam. Gli inquirenti, quindi, dovranno ricostruire l’attività del sospetto nel giorno e mezzo tra il 21 e il 23 dicembre, per capire cosa abbia fatto in Olanda; se abbia solo attraversato il Paese oppure se avesse contatti e coperture locali.

I parlamentari olandesi sono scioccati dal rapporto e il leader del Pvv, Geert Wilders ha chiesto che il Parlamento sia richiamato dalla pausa natalizia in modo che la questione possa essere discussa.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!