Molti settori devono chiudere dalle 17:00 alle 05:00 di domenica. La misura durerà tre settimane. Secondo gli addetti ai lavori a L’Aia, questo vale per ristoranti e caffè, negozi “non essenziali”, cinema teatri, musei, parchi di divertimento, palestre e sport amatoriali. Le scuole possono restare aperte, dice NOS.

Ieri era già chiaro che si stesse discutendo di queste misure, ma poi le fonti ipotizzavano ancora che le nuove restrizioni sarebbero entrate in vigore sabato. Pare sia domenica. I negozi di alimentari possono, invece, rimanere aperti fino alle 20:00.

Anche gli alunni del sesto gruppo delle scuole primarie e secondarie sono obbligati a indossare la mascherina in corridoio: ne ha discusso anche oggi il gabinetto uscente, con, tra gli altri, i consiglieri permanenti, come il direttore Rivm Van Dissel e i sindaci.

L’obiettivo delle misure è quello di rallentare il rapido aumento dei contagi e dei ricoveri ospedalieri: il ministro De Jonge ha già detto più volte che c’è davvero bisogno di un cambiamento rapido. Mercoledì il governo ha chiesto al team di gestione dell’epidemia una consulenza urgente sulle misure.