Il gabinetto quasi certamente annuncerà durante la conferenza stampa di domani che la maggior parte delle misure Covid in Olanda saranno revocate a partire dal 25 febbraio, ossia venerdì prossimo. Saranno mantenuti solo alcuni consigli di base, come: non stringere la mano, igiene, ventilazione e test in caso di sintomi, dicono le fonti di NOS all’Aia.

Via mascherine, distanziamento e consigli di lavorare da casa. Nel settore culturale e della ristorazione la situazione sarà normalizzata prima del previsto: da venerdì prossimo, 18 febbraio, sarà all’una di notte, dicono le fonti di NOS. E una settimana dopo, i normali orari di chiusura generale saranno nuovamente in vigore, dopo il lockdown a causa Covid in Olanda.

Il tanto criticato Green Pass sparirà ma non potrà essere eliminato del tutto perchè in molti paesi è necessario.

Dal 25 febbraio 1-G , test per tutti, si applicherà a festival ed eventi in cui sono presenti molte persone, accessibili solo con test negativo. Ormai il dado sembra tratto, mancano solo gli aggiustamenti.

La conferenza stampa sarà domani sera alle 19:00: per la prima volta il premier Rutte non sarà presente e gli annunci verranno dal ministro della Sanità pubblica Kuipers. Un sondaggio commissionato da NOS e realizzato quando era già noto che le misure sarebbero state, probabilmente, allentate indica una drastica risalita di consenso nel governo.

I ricercatori hanno anche chiesto cosa pensassero le persone delle misure Covid in Olanda: anche in questo caso, ora c’è più sostegno per la politica. Dal 48% di gennaio si è passati al 54% di oggi. Anche il sostegno alle misure economiche è aumentato, ma è molto più basso al 38%. Il mese scorso era del 29%