NL

NL

Norma anti ricongiungimento familiare bocciata, rimane in vigore: il governo ignora la sentenza del tribunale di I grado

La misura politica che sospende il ricongiungimento familiare dei migranti per sei mesi, bocciata dal tribunale di Haarlem, rimane in vigore, dice NOS. Il sottosegretario Eric van der Burg (Asilo e migrazione) vuole che “un tribunale superiore” esamini il provvedimento prima di ritirarlo.

I controversi accordi di agosto rimarranno in vigore fino a quando “la corte suprema non avrà raggiunto un verdetto”, dice Van der Burg.   All’interno della coalizione, ad agosto è stato concordato che i titolari di status possono portare i loro familiari nei Paesi Bassi solo se hanno un alloggio nei Paesi Bassi:  se ciò non accade dopo quindici mesi, i membri della famiglia riceveranno comunque un visto. “La misura per il ricongiungimento familiare è ancora in vigore”, ha detto questa mattina Van der Burg.

“Se il Sottosegretario è davvero curioso di sapere come andrà a finire, può optare per un ‘appello urgente’ e chiedere al tribunale di elaborare il ricorso più rapidamente”, afferma Eikelboom, avvocato dei migranti.

Ma Van der Burg non sembra pensarla così. “Se dice ‘Mi prenderò del tempo’, allora sai anche cosa vuole: ritardare”, dice Eikelboom. “Avrebbe anche potuto dire ‘stiamo sospendendo il regime perché non va bene e seguirò con interesse quello che farà il giudice'”.

Secondo Eikelboom, la sentenza del giudice non è affatto così specifica come sostiene il sottosegretario di Stato, che la ritiene un caso unico.

SHARE

Altri articoli