Nonostante il coro di critiche delle organizzazioni ebraiche radicali, le minacce e addirittura una denuncia, Dyab Abou Jahjah un noto e controverso scrittore belga-libanese è intervenuto come ospite per la prima puntata della trasmissione Zomergasten. Motivo della polemica sarebbero state le posizioni dell’autore, un pan-arabista con prospettive laiche, con alle spalle una lunga tradizione di impegno per le comunità islamiche d’Europa.

Nato a Beirut nel 1971, Jahjah è conosciuto per la sua critica serrata verso Israele e per le sue idee anti-assimilazione culturale.

Il primo episodio della stagione 2016 del programma televisvo, condotto da Thomas Erdbrink  è andato in onda regolarmente ieri sera, domenica 31. Lo share della serata, meno di 500mila spettatori, non è stato tuttavia esaltante. L’esordio dell’edizione 2015, con la partecipazione del sindaco Ahmed Aboutaleb aveva infatti registrato oltre 800mila spettatori.