The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MELTIN'POT NL

Islam contro islam: associazione di scuole musulmane contro l’apertura di un nuovo istituto. “Non hanno esperienza nell’educazione”

Il Cornelius Haga Lyceum aprirà i battenti il primo di settembre nonostante le polemiche che hanno preceduto l'approvazione del progetto.



Un gruppo di 15 scuole primarie islamiche nella regione di Amsterdam stanno invitando le famiglie residenti nell’area a non iscrivere i propri figli nella nuova struttura che aprirà nella capitale il primo di settembre. Il motivo? “Non hanno alcuna esperienza educativa”, come riportato da NRC.

A capo di questa iniziativa c’è Redouan Boudil, direttore di due organizzazioni scolastiche islamiche. Boudil ha definito i membri del SIO, la fondazione islamica proprietaria della struttura contestata, come dei “cowboys senza alcun interesse pubblico”. Boudil ha inoltre aggiunto: “Abbiamo lavorato sodo per dar lustro all’educazione islamica e non permetteremo che questo venga rovinato da una massa di idioti”.

Anche Sander Dekker, segretario di stato per l’educazione, ha manifestato le sue perplessità circa le competenze del SIO, soprattutto dopo ciò che accadde nel 2014 quando uno dei membri del board della fondazione rese pubblica la condivisione dei principi dello Stato Islamico.

Dekker si oppose all’approvazione dell’apertura della nuova struttura ma nei giorni scorsi il Consiglio di Stato non ha accolto le sue obiezioni dando il via libera al progetto. Nonostante l’esito della vicenda Dekker ha inviato l’Ispettorato per l’Educazione a monitorare l’attività del nuovo istituto scolastico il cui nome sarà Cornelius Haga Lyceum e che accoglierà circa 180 nuovi studenti. Sarà la seconda scuola islamica di secondo livello presente in tutto il paese, la prima si trova già a Rotterdam mentre le scuole di primo livello sono già 12 in tutto il territorio nazionale.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!