Una campagna di sensibilizzazione lanciata da un gruppo di organizzazioni olandesi di recente, fa appello ai genitori a non bere davanti ai minori, nel timore che i bambini copino il loro comportamento, dice Metro. L’alleanza contro l’alcol AAN, una coalizione di organizzazioni sanitarie che cercano di combattere il consumo problematico di alcol, ha lanciato lunedì scorso la nuova campagna ” Zien drinken, doet drinken”.

L’organizzazione ha affermato che quasi la metà dei minori tra i 12 e i 16 anni aveva già provato l’alcol. AAN sostiene che il problema era in parte dovuto ai genitori. L’AAN ha indicato le nuove evidenze scientifiche emerse da uno studio della Radboud University su 500 genitori con un’età media di 39 anni, di tutti i comuni e livelli di istruzione, condotto il mese scorso. Circa il 40 per cento dei genitori ha ammesso di aver recentemente bevuto qualcosa davanti al proprio figlio o ai propri figli.

Circa il 68% di loro ha ammesso di sapere che i figli potrebbero copiare il loro comportamento, anche quando si tratta di consumo di alcol.