GLOBAL

GLOBAL

“Non aprire indagini e attenta alla tua famiglia”, i servizi segreti di Israele hanno minacciato ex procuratrice della Corte dell’Aia

OSeveno, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il Guardian ha rivelato che Yossi Cohen, ex direttore del Mossad, l’agenzia di intelligence israeliana, ha minacciato segretamente il procuratore capo della Corte Penale Internazionale (ICC), Fatou Bensouda, per convincerla a rinunciare a un’indagine su presunti crimini di guerra nei territori palestinesi occupati. Questo comportamento faceva parte di una campagna di quasi un decennio da parte di Israele per compromettere l’ICC, dice il Guardian.

Cohen avrebbe cercato di influenzare Bensouda attraverso intimidazioni e pressioni, utilizzando anche tattiche spregevoli come la sorveglianza e la raccolta di informazioni compromettenti sulla famiglia della procuratrice. La sua attività è stata autorizzata ai massimi livelli del governo israeliano, poiché la Corte rappresentava una minaccia per le azioni del personale militare israeliano, dice il quotidiano britannico.

L’indagine della ICC è stata avviata nel 2021 e recentemente il successore di Bensouda, Karim Khan, ha richiesto un mandato di arresto per il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della difesa Yoav Gallant per presunti crimini durante la guerra a Gaza.

Nonostante gli sforzi di Cohen e la collaborazione di figure come l’ex presidente della Repubblica Democratica del Congo Joseph Kabila, le intimidazioni non sono riuscite a fermare l’indagine. Le rivelazioni sono parte di un’indagine più ampia condotta dal Guardian e altri media, che mostrano come diverse agenzie di intelligence israeliane abbiano condotto una “guerra” segreta contro l’ICC.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli