NL

NL

No afgani in Olanda, Rutte chiude la porta ai rifugiati: accolti nella regione

Il premier Mark Rutte vuole il minor numero possibile di rifugiati afgani in Olanda, dice BNR Secondo Rutte, soprattutto le persone che vengono “senza collegamento con i Paesi Bassi e come rifugiati dall’Afghanistan” dovrebbero essere fermate.

La prevenzione di un grande afflusso di rifugiati è una priorità, tra le altre cose, ha detto il premier a Macron.

“L’ultima cosa che vogliamo è un ripetersi di ciò che è successo nel 2015 e nel 2016 con la crisi dei rifugiati siriani”, ha detto Rutte. ‘Tutti sono fortemente motivati a impedirlo.’

‘Non stiamo parlando di persone che hanno bisogno della nostra protezione, come interpreti e personale dell’ambasciata. Ma qui in realtà stai parlando di persone che non hanno alcun legame con i Paesi Bassi e che vengono dall’Afghanistan come rifugiati. Vogliamo ospitarli nella regione. (…) Non si può impedire loro di viaggiare, ma la prima cosa è che siano accolti nella regione.’

Per impedire un tale nuovo flusso, ritiene importante che in Afghanistan ritorni un certo grado di stabilità e normalità. “La domanda è come impedire che l’Afghanistan si destabilizzi”.

Oltre ai francesi, secondo Rutte, c’è collaborazione anche con Germania, Italia e UK per fermare i profughi afgani.

SHARE

Altri articoli