NL

NL

No ad espulsione richiedenti asilo afghani, Olanda e Germania cambiano idea

I Paesi Bassi e la Germania hanno cambiato idea sui rifugiati afghani: dopo molte critiche e pressioni, sia dall’interno che dall’esterno, i due paesi hanno dceiso che per il momento non espelleranno i cittadini afgani che chiedono asilo, a causa della situazione deteriorata nel paese, scrive Reuters.

Le decisioni di L’Aia e Berlino contraddicono una lettera che avevano inviato alla Commissione europea la scorsa settimana, insistendo sul loro diritto di espellere i richiedenti asilo afghani ai quali era stato negato l’asilo.

Il portavoce del ministero degli interni tedesco Steve Alter ha annunciato la nuova decisione su Twitter “alla luce dell’attuale situazione della sicurezza” in Afghanistan, poche ore dopo che ai giornalisti era stato detto in una conferenza stampa del governo che le deportazioni sarebbero continuate nonostante l’avanzata dei talebani.

In una lettera al parlamento, la viceministro della Giustizia olandese Ankie Broekers-Knol ha affermato che i Paesi Bassi avevano pianificato di aggiornare la loro politica sull’Afghanistan a ottobre, ma che ora hanno preso la decisione “alla luce del rapido deterioramento della situazione”.

 

SHARE

Altri articoli