Pic: pixabay

Japp van Dissel, dell’istituto di sanità pubblica RIVM ha dichiarato in un briefing parlamentare mercoledì, che circa 2 milioni di olandesi avrebbe già gli anticorpi contro il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 perché già entrati in contatto con esso.

Quindi il numero di residenti nei Paesi Bassi che ha contratto il coronavirus sarebbe molto più alto delle 570mila infezioni registrate dal RIVM. Questo ha a che fare con la politica dei test. All’inizio della crisi infatti, c’è stata una carenza di test Covid-19, quindi non tutti sono stati testati e registrati. E inoltre fino a poco tempo fa, la politica del governo era quella di testare solo le persone sintomatiche, mentre sono lasciati fuori  dalla conta tutti gli asintomatici.

Non è ancora noto per quanto tempo questi anticorpi possano proteggere le persone  contro il Covid-19. Ci sono stati casi di persone infettate una seconda volta, ma secondo Van Dissel, questo è raro.

Il governo spera di iniziare a vaccinare le categorie più vulnerabili all’inizio di gennaio.