Gli archeologi dell’università di Gronigen hanno scoperto le origini del relitto trovato nel 2018 a Noordoostpolder: veniva dal Mediterraneo.

La nave era risalente al diciottesimo secolo e salpata dal Mediterraneo, per poi arrivare (e naufragare) lungo le coste olandesi.  La ricercatrice Morvenna van Rijn  ha spiegato a Omroep Flevoland che la tesi sull’origine della nave si basa sui ritrovamenti di cibo all’interno.

A bordo sono state trovate tracce di uva, pesche, olive e noci di cocco. “Abbiamo trovato semi di olivo, rami e foglie in alcuni vasi.” A proposito delle noci di cocco, van Rijn ha parlato delle dimensioni insolitamente piccole di questi frutti.

Il relitto, scoperto nel 2018, apparteneva alla nave mercantile Queen Anne. Secondo i ricercatori il naufragio è avvenuto tra il 1715 e il 1720 tra Rutten e Lemmer.

Non si tratta dell’unico ritrovamento. Per esempio l’anno scorso altri studiosi hanno recuperato un’altra nave dai fondali del mare del Nord. Ma è la prima volta che su un relitto nelle acque olandesi vengono ritrovati prodotti della dieta mediterranea.

Per questo il team di archeologi è convinto che la nave, di cui resta il relitto, sia salpata dal Mediterraneo.