A marzo ci sono le elezioni parlamentari in Olanda. Ma il 10% degli elettori dice che se la crisi sanitaria del Covid-19 non migliora non andranno a votare. Secondo un sondaggio svolto da Maurice de Hond di Peil.nl, che ha rivelato che tanti elettori hanno paura di infettarsi, secondo quanto riporta AD.

Di quelli che hanno votato nell’elezioni del 2017, il 10% dice che  “sicuramente non andrà”  o che  “probabilmente non andrà”  alle urne questo giro a causa del rischio di contrarre il coronavirus. Secondo il sondaggio, le donne e gli anziani tendono ad essere più incerti rispetto gli uomini e i giovani.

De Hond fa notare al quotidiano che questo potrebbe avere un impatto sui risultati delle elezioni.   “Potrebbe significare un seggio in più o in meno per certi partiti. Oltretutto per i nuovi partiti piccoli, mette in gioco le loro possibilità di superare o meno la soglia di sbarramento per entrare in parlamento”  ha detto.

Diederik Gommers è il Presidente del NVIC, l’associazione olandese delle terapie intensive, e membro dell’OMT, il comitato per la gestione dei focolai, che consiglia il governo su come gestire la pandemia. Parlando alla NPO Radio 1, ha detto che crede che l’OMT consiglierà al governo di posticipare le elezioni. 

Ma è molto improbabile che questo avvenga veramente. Il consiglio dei ministri è deciso sullo svolgere l’elezione come previsto a tutti costi, dice AD.   “Siamo certi che queste elezioni possano proseguire come programmate”  ha detto Kasja Ollongren, Ministra dell’interno.

Nessuna elezione parlamentare è mai stata posticipata in Olanda.