Un uomo di 56 anni di Goirle già ben noto agli agenti, ha chiamato cento volte la centrale di polizia, lanciando insulti a chiunque rispondesse. Ora è stato arrestato, riporta Omroep Brabant.

Il motivo? Pare che, scontento dei servizi e del mondo in cui la polizia opera, abbia quindi deciso di sfogarsi. Le sue lamentele riguardavano soprattutto il lato tecnologico. Le autorità lo hanno arrestato mercoledì mattina, dopo che nella notte hanno ricevuto un centinaio di chiamate. L’accusa sarebbe di “reato contro la pubblica autorità”.

Ma c’è un precedente. Gli agenti avevano già fatto visita all’uomo sabato dopo alcune decine di chiamate, invitandolo a smettere. Secondo gli agenti, ignorando i moniti, ha continuato ad intasare “inutilmente e sistematicamente” la linea telefonica.

Ora si trova con il telefono confiscato.