Un team dell’Università di Radboud di Nijmegen ha ricevuto il premio Nobel Ig per il suo studio sulle banconote sporche. In particolare, la ricerca ha dimostrato che le banconote rumene trattengono i batteri più a lungo, mentre quelle croate sono le più pulite. Si, avete letto bene. Unica questione: la ricerca non è uno scherzo ma il nobel si

Lo studio è frutto del lavoro di Andreas Voss, professore di prevenzione delle infezioni all’Università di Radboud, di suo figlio Timothy e del collega turco Habip Gedik. I ricercatori hanno verificato, ad intervalli multipli di tempo, la presenza di tre diversi batteri in Euro, Dollaro statunitense, Dollaro canadese, Luna croata, Leu rumeno, Dirham marocchino e Rupia indiana.

Dalle ricerche è emerso che le banconote Leu della Romania trattengono tutti i tipi di batteri più a lungo, forse a causa della loro fibra polimerica anti-contraffazione. I lunas croati, invece, sono le banconote più pulite e non trattengono alcun batterio.

Il professor Andreas Voss si è detto soddisfatto del premio. “Penso che questo premio mi rappresenti” ha dichiarato al Volkskrant,  “la prevenzione delle infezioni è un argomento piuttosto delicato per molte persone. Parlarne con umorismo rende tutto più efficace”.

I Premi Nobel Ig vengono assegnati a ricerche in apparenza sciocche o singolari. Secondo NOS, inoltre, la loro cerimonia di premiazione è piena di piccoli e strani rituali. Ad esempio, il pubblico è incoraggiato a lanciare aerei di carta sul palco e i vincitori ricevono un premio di 10 trilioni di dollari dello Zimbabwe. In più, se il loro discorso di accettazione dura più di un minuto, una bambina di 8 anni ha il compito di gridare: “per favore, smettila, mi annoio!”