The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

“New Nuances” al Cobra Museum: una vera e propria rivincita delle donne

Si tratta del lavoro di otto artiste del movimento, alcune acclamate, altre completamente dimenticate



Quest’estate, il Cobra Museum di Amstelveen presenta la mostra New Nuances: si tratta del lavoro di otto artiste del movimento, alcune acclamate, altre completamente dimenticate. L’obiettivo è quello di dimostrare, in modo tangibile, che il Cobra non sia stato un movimento di soli uomini, anzi

Ma chi sono le artiste?

Sonja Ferlov Mancoba, danese, ha aderito al movimento solo in parte. La sua arte è sia astratta che spontanea, il che emerge soprattutto dall’opera scultorea, fatta di maschere e sculture astratte. E’ una figura chiave del Modernismo danese.

Else Afelt ha esposto la sua arte per la prima volta ad Amsterdam nel 1949. Ha dipinto soprattutto paesaggi astratti: montagne o colline rappresentate da colori vivaci e pennellate dinamiche. 

Ferdi Jansen invece lavorò sui gioielli: traeva la sua ispirazione proprio dal movimento Cobra, prima di dedicarsi all’interesse per gli insetti e poi ai fiori, fino ad arrivare alla creazione di vere “ortisculture”, fatte di fiori di plastica ed erba sintetica ma comunque suggestivi. Il suo lavoro è oggi in esposizione anche al Rijksmuseum di Amsterdam.

Madeleine Szemere-Kemeny ha preso invece ispirazione principalmente da disegni di bambini e dal lavoro del francese Jean Dubuffet. I suoi dipinti raffigurano la vita di tutti i giorni, e in particolare donne e bambini. 

Lotti Van der Gaag ha lavorato a sculture in argilla e intonaco, che prendono le forme di creature fantastiche, animali astratti e poi di nuovo costruzioni completamente astratte. 

Dora Tuynman, da un lavoro particolarmente espressivo sulla natura è passata col tempo a rappresentazioni più audaci, sempre in chiave astratta. Tra il 1950 e il 1960 ha esibito il proprio operato in Olanda e a Parigi, diventando il cuore pulsante dell’avanguardia parigina.

Anneliese Hager ha iniziato la propria carriera come fotografa, sperimentando successivamente nuove tecniche insieme al marito. Nelle suo foto è riuscita a combinare forme astratte e naturali; nonostante la novità rappresentata da queste tecniche, il suo lavoro è stato presto dimenticato. 

Infine Henny Riemens, fotografa, è conosciuta come “la testimone oculare del Cobra”, proprio per la sua capacità di immortalare numerose pietre miliari del movimento. 

Nella storia del Cobra, le donne sono rimaste sempre sullo sfondo: l’intento, oggi, è proprio dare spazio a questi volti dimenticati.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!