Festival e grandi eventi senza test Covid in Olanda: l’obbligo di ammettere persone che sono risultate negative al Covid (1G) si applicherà solo ai luoghi al chiuso con più di 500 persone, dicono fonti dell’Aia a NOS. Sono escluse dal test obbligatorio le location all’aperto. Di conseguenza, le partite di calcio e gli eventi all’esterno saranno liberamente accessibili.

È questo uno degli allentamenti che entrerà in vigore venerdì prossimo e che il gabinetto vuole annunciare questa sera, dice NOS. Addio, inoltre, al Green Pass.

I rilassamenti inizieranno già da questo venerdì: ristoranti, caffè e il settore culturale possono quindi rimanere aperti fino all’una di notte. Il consiglio sul posto di lavoro sarà: lavorare il 50% del tempo a casa e il consiglio di ricevere solo quattro visitatori sarà annullato. L’isolamento obbligatorio dopo il contagio è ridotto da sette a cinque giorni. Le persone non dovrebbero quindi più presentare sintomi per 24 ore.

Questa mattina c’è stato ancora un incontro tra i ministri più coinvolti e il ministro della Salute, Kuipers, ha espresso parere positivo sugli sviluppi: secondo lui, dice NOS,  c’è un numero elevato di contagi ma la pressione sugli ospedali è relativamente contenuta. Niente test per festival e grandi eventi in Olanda può quindi voler dire: tornare alla situazione pre Covid.

Il ministro ha aggiunto che le persone dovrebbero continuare, comunque, a prestare attenzione: “Con l’attuale numero di contagi, la possibilità che qualcuno venga infettato è alta. La possibilità che tu lo trasmetta a qualcuno che è più vulnerabile è molto elevata. Quindi lo farò sottolinea stasera: siate ragionevoli e continua a preoccuparvi di voi stessi e di chi vi circonda”.

Stasera Kuipers annuncerà i dettagli in conferenza stampa, per la prima volta senza il premier. Non ci sono nuove conferenze stampa in vista per il momento.