Svolta nell’indagine sulla morte delle due adolescenti, i cui corpi privi di vita sono stati ritrovati nei pressi di Amersfoort e di Utrecht: la polizia, secondo il Telegraaf, avrebbe arrestato due coetanei. Tuttavia, a differenza di quanto dichiarato ad inizio settimana, i due casi non sarebbero tra di loro collegati.

“Tenuto conto dello stato attuale dell’indagine, i due omicidi non avrebbero tra loro relazioni”, avrebbe detto la polizia al quotidiano di Amsterdam. Un ragazzo di 14 anni di Ede è stato arrestato per la morte di Romy Nieuwburg, ritrovata in una riserva naturale nei pressi di Amersfoort mentre un ragazzo di 16 anni di Den Bosch è stato fermato per l’omicidio di Savannah Dekker.

La polizia non ha riferito sulle cause della morte, ma ha detto che la bici nera della ragazza era stata trovata a Hoogland, nella periferia di Amersfoort, venerdì pomeriggio. Tra i pochi dettagli forniti dagli inquirenti, emerge la possibilità che le giovani vittime abbiano conosciuto online i loro assassini.