Nessun progetto concreto di attentato al Parlamento olandese durante il giorno del bilancio lo scorso anno, né furono adottate misure straordinarie di sicurezza. Lo ha affermato il coordinatore nazionale per la strategia antiterroristica e per la sicurezza martedì, smentendo direttamente quanto riportato poco prima dal Telegraaf.

Nell’articolo si legge che un gruppo radicalizzato di giovani musulmani, avrebbe ordito lo scorso anno, un attentato alla Camera dei deputati durante il giorno di presentazione della legge finanziaria. I servizi di intelligence e di sicurezza AIVD e MIVD si sarebbero organizzati, secondo il quotidiano di Amsterdam, per sventare l’attacco; la notizia sarebbe basata su un’informazione in possesso dell’avvocato Michael Ruperti.

Il coordinatore nazionale, però, in un servizio dell’emittente televisiva NOS, ha affermato che non c’erano specifiche o concrete intenzioni per un attacco. Si parlava solo di sospetti. I servizi di sicurezza ricevono regolarmente questo genere di notizie, quindi in questo caso, il sospetto sarebbe stato privo di elementi concreti.