The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Ner* e queer, ad Amsterdam il primo Black Pride – photogallery

Foto: Chiara Canale

Sabato 25 luglio, sulla scia delle proteste Black Lives Matter, nella piazza dei musei di Amsterdam si è svolto il primo Black Pride dei Paesi Bassi, organizzato da Black Queer e Trans Resistance Netherlands.

black pride march

Una processione ha attraversato il Museumplein e portato simbolicamente alcune bare bianche sotto il palco. Nel silenzio interrotto dal suono ripetitivo dei rullanti, i cartelli di coloro che marciavano recitavano “Protect us”. Questo per ricordare le vittime della violenza contro la comunità nera queer e transgender e per celebrare gliantenati che hanno ispirato, guidato, unito o sostenuto tutte le ribellioni, le rivoluzioni e i movimenti di liberazione delle persone nere nella storia. Le comunità nere queer e trans hanno sempre fatto e sempre faranno parte della resistenza contro patriarcato, eterosessismo, imperialismo, capitalismo, abilismo, suprematismo bianco”, come si legge nella descrizione dell’evento su Facebook. Dopo la marcia iniziale, sul palco si sono susseguiti interventi, letture di poesie e canzoni.

black pride demonstration

Perché la protesta?

Le attiviste e gli attivisti denunciano il razzismo istituzionale e la violenza della polizia. Si oppongono a tradizioni e stereotipi olandesi discriminatori. “Le comunità queer e transgender non sono mai state risparmiate dalla violenza razzista e coloniale della società e dei governi olandesi”, sostiene Black Queer e Trans Resistance NL. Tra gli obiettivi del movimento ci sono: la definizione di standard minimi contro razzismo sessismo e abilismo, e una formazione sui temi LGBTQI+ per i fornitori di servizi sanitari e di salute mentale;

il perseguimento penale delle aziende che discriminano; la decolonizzazione dell’istruzione olandese e l’inserimento della storia LGBTQI+ nei programmi; l’accesso paritario ai centri di accoglienza e di asilo per persone LGBTQI+; i diritti di lavoratrici e lavoratori del sesso; l’aumento del salario minimo a 14 euro; più case popolari.

Sicurezza e accessibilità

Durante la manifestazione, i partecipanti hanno indossato le mascherine e rispettato la distanza di un metro e mezzo. Lo spazio di fronte al palco era riservato alle persone con disabilità. Chi non si è potuto recare fisicamente al Museumplein ha potuto seguire l’evento in diretta su Facebook e Instagram.

black pride gay queer transgender

black pride stage

black pride protest museumplein