Cover Pic: pixabay

Nonostante le restrizioni di viaggio applicate per molti paesi al di fuori dell’Unione Europa, sono esenti dal divieto di ingresso nei Paesi Bassi tutti coloro che sono diventati nonni o genitori di recente al fine di far visita alla propria famiglia e passare del tempo con il nascituro.

La regola si applica solo se il bambino è nato dopo il 19 marzo 2020, data in cui i Paesi Bassi hanno chiuso i propri confini ai cittadini extracomunitari. Ecco perché questa data è stata scelta come indicatore.

I membri della famiglia devono prima compilare un documento governativo e presentare un certificato di nascita o un documento simile.

Anche i genitori divorziati che vivono al di fuori dell’UE e non vedono il loro bambino dal 19 marzo 2020 possono entrare nel paese. Inoltre è obbligatorio compilare un modulo di dichiarazione prima del rientro.

Secondo Andrea Morales fondatrice dell’iniziativa cittadina “Famiglia da fuori UE, ci manchi“, l’entusiasmo di decine di famiglie è alle stelle.