La polizia olandese ha intenzione di sostituire i cani antidroga e antibomba con robot. Stando a quanto riporta il quotidiano AD, E-Nose è il nome che viene utilizzato per chiamare un sensore nano in grado di rilevare sostanze chimiche ed esplosive

Uno studio commissionato dal Ministero della Sicurezza e della Giustizia e condotto dall’università di Twente, dimostra come la polizia abbia difficoltà con la localizzazione delle droghe sintetiche. Per raggiungere lo scopo, vengono utilizzati cani addestrati al rilevamento, con i quali si lavora quotidianamente, ma tutto ciò oltre a richiedere molto tempo, pesa economicamente.

La polizia ha bisogno di un “dispositivo per il rilevamento portatile” e, secondo la ricerca in questione, l’E-Nose rappresenta la soluzione. Lo sviluppo del sensore è ancora in fase embrionale, non può essere, quindi, ancora previsto il suo funzionamento: ci vorranno almeno altri 10 anni prima che la polizia possa utilizzarlo per sostituire i cani.