La ministra della Difesa uscente Bijleveld (Cda) si dimetterà dopo la mozione di sfiducia nei suoi confronti: nonostante la sua resistenza , la pressione interna ha sortito i suoi effetti.

Dopo la ministra degli Esteri Kaag, è Bijleveld è la sconda ministra ad andarsene a causa della controversa gestione delle evacuazioni in Afghanistan.

“Non voglio nascondere che sono rimasta sorpresa dalle conseguenze del dibattito parlamentare”, ha detto Bijleveld in una spiegazione della sua decisione. “Volevo continuare con il compito che devo affrontare, gli uomini e le donne in prima linea, e gli interpreti che sono ancora in Afghanistan. Ma la mia permanenza è oggetto di discussione, quindi non posso più svolgere adeguatamente il mio lavoro”.

Il ministro uscente della giustizia e della sicurezza Grapperhaus svolgerà i suoi compiti fino a quando il CDA non avrà trovato un nuovo ministro della difesa.