Il tribunale di Amsterdam ha respinto il ricorso di tre centauri del motociclo che avevano citato l’amministrazione nella speranza che il giudice annullasse la delibera sui motorini “cacciati” dalle ciclabili.

Secondo la Corte, dice AT5, la sicurezza stradale non è messa a rischio perchè l’obiettivo di decongestionare le ciclabili è ritenuto prevalente. Inoltre, ha argomentato la corte, i ciclomotori non vengono vietati tout court ma ne viene solo esclusa la presenza su una parte delle strade.

L’argomentazione che i ciclomotori snorfiets possano essere in pericolo su strafe trafficate è ugualmente priva di fondamento per il giudice: su una serie ad alto scorrimento come Rozengracht, Vijzelstraat e Stadionweg già è così.