A distanza di due mesi dall’introduzione del divieto, lunedì sono arrivate le prime multe per i ciclomotori sulla pista ciclabile di Amsterdam. Le persone fermate dalla polizia, infatti, hanno pagato un conto piuttosto salato: ben 104 euro ciascuno.

In un primo momento, si era deciso di evitare le multe, poi il cambio di registro da parte del comune. Il nuovo divieto è stato introdotto l’otto aprile e, secondo i funzionari, era necessario concedere un po’ di tempo ai cittadini per abituarsi alle novità.

Ieri, invece, la situazione è cambiata. Il comune ha pensato di introdurre 12 ausiliari extra, con l’obiettivo di far rispettare le nuove regole sui ciclomotori.Il nuovo regolamento impone ai ciclomotori con targa blu di utilizzare la carreggiata principale in circa l’80% dell’area interna alla A10, indossando anche il casco.

42.000 persone hanno firmato una petizione perché i ciclomotori rimangano sulle piste ciclabili. Infatti, stando alle loro dichiarazioni, condividere la strada con auto e camion incrementerebbe i rischi e le situazioni di pericolo.