The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MOSTRE Body Art: perché le persone alterano il proprio corpo?

di Francesca Spanò

Photo Credit Martina Bertola

Che sia ribellione al sistema nella società moderna o conformità a strutture e pratiche culturali nelle società tribali, l’arte di fare del proprio corpo una forma di espressione di sé ha radici più antiche di quanto si possa immaginare.

Il Tropenmuseum onora quest’arte ospitando, ormai da marzo e fino al 30 agosto, l’esposizione Body Art. Make-up, tatuaggi, piercing, innesti sottocutanei o cicatrici: la mostra –  essenziale nelle dimensioni – racconta una storia che trasforma il fisico in un pezzo da museo. Perché il corpo sarà pure un “fatto biologico”, ma è anche un efficace mezzo di comunicazione.

Ecco i sei motivi per cui le persone lo alterano.

Autoaffermazione 

Molte persone hanno di sé stesse un’immagine diversa da quella percepita. Allargare i lobi o dividere la lingua diventa così una forma di autoaffermazione e un messaggio chiaro all’esterno. In regimi sociali e politici restrittivi, queste forme d’arte diventano vere e proprie opposizioni: in Iran, ad esempio, il tatuaggio riduce notevolmente le chance di successo sociale, ma giovani ribelli sempre più spesso lo “indossano” con orgoglio.

Intimismo

Il corpo racconta una storia, la propria storia, che alcuni fissano sulla pelle con ricordi indelebili, come segni d’amore e tributi a eventi significativi. Si cattura, così, in un piercing o in un tatuaggio, un momento che allo stesso tempo rende unici.

Bellezza

Gli ideali di bellezza, sin dall’antichità, determinano i modi in cui le persone danno forma a sé e si pongono nei confronti dell’altro. Nella società occidentale contemporanea, il make-up, da quello casalingo a quello professionale, è considerato la maniera più semplice per dare forma al bello. Esistono culture, invece, che lo ricercano diversamente: in Africa e Oceania la cicatrice può essere segno di bellezza, mentre in Cina la “scarpa di loto”, che provoca una vera e propria deformazione dei piedi, era segno di raffinatezza aristocratica.

Spiritualismo

Molti credono che decorare il corpo avvicini alla divinità. Il semplice dolore provocato da un innesto e la cicatrice che ne deriva possono sancire il legame uomo-dio, se è vero che la sofferenza ha effetto purificatore. Un tatuaggio può poi simboleggiare protezione o fortuna, mentre altri possono consentire l’accesso alla vita ultraterrena.

Notabilità

Se la pelle è colorata o alterata induce gli altri a prestarvi attenzione. Questo è il motivo per cui, più banalmente, ci si maschera. Nel corso dei secoli, artisti di ogni genere si sono arricchiti semplicemente mostrando l’alterazione dei propri corpi. Non è un caso che il “Body Painting” faccia del corpo una tela o che forme di arte contemporanea includano la stessa fisicità dell’artista dentro i lavori.

Coesione

“Dimmi come appari e ti dirò chi sei”. Cresciamo e ci formiamo all’interno di gruppi sociali con i quali poi ci identifichiamo; a volte, come ci mostriamo ne definisce l’appartenenza. Da tempi immemori i segni sulla pelle palesano, al di fuori, del gruppo la propria identità sociale. Le ragazze giapponesi Ganguro, ad esempio, hanno dato vita a una vera e propria subcultura a partire dagli anni 2000.

Quanto a voi, cosa raccontano i vostri corpi?