La settimana passata, sono morte 2000 persone in più della media, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, scrive l’Istituto di Statistica CBS. La mortalità più elevata coincide con l’epidemia di corona nei Paesi Bassi: sono morte più persone anziane, in particolare quelle di età superiore agli 80 anni.

I tassi di mortalità ufficiali giornalieri sono incompleti, scrive NOS: RIVM riporta solo le morti di persone alle quali è stato fatto il tampone, quindi l’incrocio tra i dati ufficiali e quelli raccolti dall’autorità sanitaria sono -probabilmente- quelli più prossimi a descrivere la realtà.

CBS ha esaminato per la prima volta la “mortalità in eccesso” per comune; inoltre, l’istituto confronta il numero medio di decessi delle prime dieci settimane di quest’anno – quando il coronavirus non aveva ancora alcun impatto- con il numero di decessi nelle settimane 11, 12 e 13. Soprattutto nei comuni del Brabant e del Limgurg, i tassi di mortalità sono molto più alti del solito.

A Boekel, nel Brabant, scrive NOS a proposito dell’indagine di CBS ad esempio, ci sono più di sette volte più decessi del solito. Tuttavia, avverte l’Istituto, sul piano numero nei piccoli comuni l’incremento ha -ovviamente- un impatto maggiore rispetto alle città grandi. Inoltre, non sono da escludere le coincidenze.